PalaSì Culture&Eventi

+39-0744-431927 info@palasi.it

Menu
Piazza della Repubblica a Terni: il palcoscenico naturale del PalaSì

Piazza della Repubblica a Terni: il palcoscenico naturale del PalaSì

Di In Cronostoria Il 20 luglio 2017


Nell’attuale Piazza della Repubblica di Terni la vita scorre normalmente e non sono molti coloro che coscientemente sanno di attraversare una delle storiche piazze della Terni di ieri: qui, infatti, nel corso della storia si sono susseguiti tumulti, rivolte, sono stati giustiziati i condannati a morte (talvolta miracolosamente tratti in salvo dalla Confraternita di San Giovanni Decollato che qui aveva la sua sede), ma si è anche festeggiato.

Subito una curiosità colpisce: la nicchia posta alla sinistra dell’ingresso di Palazzo Faustini (attuale sede della Biblioteca Comunale) è ancora oggi considerata un vero e proprio signum pietatis, in quanto raffigurante tutti i simboli del sacrificio di Cristo quali la croce, i chiodi, la scala e due angioletti con lancia e spugna: solitamente questa particolare raffigurazione veniva posta nei luoghi delle esecuzioni capitali; cosa che accadeva proprio in questa piazza.

Quella che oggi è meglio conosciuta come la Bibliomediateca Comunale di Terni, infatti, in origine era l’antica sede comunale della città, contraddistinta dalla sua torre merlettata di stampo medievale, cuore pulsante della vita cittadina quotidiana: per questo motivo la piazza antistante è da sempre stata il proscenio di ogni accadimento cittadino.

Oggi la torre originaria non è più visibile, in quanto i bombardamenti che colpirono la Città durante la Seconda Guerra Mondiale la distrussero completamente: al suo posto venne costruita quella ancora oggi in essere, trasparente e innovativa, più alta di quella originaria, di certo un forte segno della memoria del passato.

Non a caso nel corso degli anni la piazza assunse nomi diversi chiamandosi dapprima Piazza Vittorio Emanuele, per trasformarsi poi in Piazza del Popolo, oggi nota come Piazza della Repubblica: la diversa toponomastica della stessa, infatti, ha seguito costantemente la storia della Nazione, divenendo essa stessa storia della Città di Terni.

Oggi su questo palcoscenico naturale si affaccia il PalaSì, l’ex Palazzo delle Regie Poste e Telegrafi , costruito a partire dal 1923 su progetto di Cesare Bazzani, ristrutturato dalla PAGINE Sì! S.p.A. per farne la propria sede: quello che da sempre è stato il palcoscenico della vita pubblica cittadina continua a svolgere ancora oggi la sua funzione come palcoscenico della vita culturale e comunicativa della Terni proiettata verso il futuro.